Lezioni alla Leonardo dell'Anc per... salvare i libri

Una lezione speciale, perché a scuola si è imparato a salvare i... libri

Mercoledì, giovedì e venerdì il Nucleo brugherese dell'Associazione nazionale carabinieri, assieme ai colleghi del Cisom (Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta), ha effettuato una serie di incontri con gli alunni delle sette classi seconde della scuola secondaria di primo Leonardo da Vinci, per un totale di  circa 150 ragazzi
 
L’argomento trattato e’ stato quello della salvaguardia dei beni culturali, nello specifico quelli librari. Nella biblioteca della scuola è stato simulato un allagamento che ha interessato alcuni scaffali bagnando parecchi libri e rendendo umido l’ambiente.
 
Gli alunni, dopo una breve parte teorica, sono stati divisi in tre gruppi. Il primo gruppo si è preoccupato di recuperare, con le opportune accortezze, veri libri bagnati da terra e di trasferirli nella zona di “triage”. In questa postazione il secondo gruppo di alunni ha preso nota del libro (titolo/autore/ecc.), gli ha attribuito un numero identificativo e ha simulato la verifica lo stato del volume (operazione che nella realtà fa un professionista): se asciutto veniva rimesso negli scaffali, se umido andava all’interfoliazione, se bagnato andava al congelamento. Il terzo gruppo di alunni ha proceduto  alla messa in atto delle operazioni decise dal tavolo di ”triage”.
 
Nell’interfoliazione nel libro umido sono stati  inseriti dei fogli di carta assorbente e lasciato asciugare in ambiente asciutto. Il congelamento invece serve per bloccare ogni possibile insorgenza di muffe e funghi o altri possibili deterioramenti nei libri bagnati, una volta congelati i libri potranno attendere, senza subire ulteriori danni, il lavoro dei restauratori per il loro ripristino.
s_664_400_16777215_00_images_WhatsApp_Image_2023-01-20_at_155502.png

You have no rights to post comments ##