Il servizio è lento e accoltellano il cameriere

La vigilia di Ferragosto avevano accoltellato un cameriere "colpevole" di un servizio troppo lento: per questo due giovani, uno dei quali di Brugherio, sono stati arrestati dai Carabinieri per tentato omicidio 


Nela notte, i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Brugherio e della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto (in provincia di Crotone), hanno dato esecuzione  a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per tentato omicidio in concorso emessa dal gip  del Tribunale di Crotone su richiesta della locale Procura, nei confronti di I. F., 30enne, residente a Isola di Capo Rizzuto, e G. F., 35enne, residente a Brugherio.
Il provvedimento è il frutto di una indagine iniziata il 14 agosto, a seguito dell’accoltellamento di un 32enne, dipendente di un ristorante del centro isolitano, il quale, all’interno della cucina del locale, per motivi verosimilmente riconducibili alla lentezza del servizio, era stato colpito al corpo con diversi fendenti da I.R.S., 59enne, già arrestato (e ancora detenuto) quale autore materiale dell’accoltellamento, il 18 agosto, in esecuzione di un’analoga misura cautelare, coadiuvato nell’azione delittuosa dal brugherese e dal crotonese, che avevano bloccato la vittima, per agevolarlo.
Determinanti per il buon esito delle indagini e l’identificazione dei complici sono risultate le testimonianze  rese dai presenti e le successive attività di riconoscimento fotografico dai medesimi effettuate, che hanno permesso d’individuare i due giovani quali co-autori del tentato omicidio.
L’esecuzione delle misure è stata effettuata contestualmente sia a Isola di Capo Rizzuto che a Brugherio e i loro destinatari, al termine delle attività di rito, sono stati rinchiusi nelle carceri di Crotone e Monza, venendo messi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

s_664_400_16777215_00_images_cc.png

You have no rights to post comments ##