Animali allevati tra le feci, brugherese condannato

Condannato al pagamento di mille euro di multa perché allevava i suoi conigli in condizioni igieniche precarie e di sofferenza. 

La sentenza è stata pronunciata nei confronti di un brugherese di 41 anni che ora sarà costretto anche a rinunciare alla proprietà degli animali

Tutto aveva avuto inizio nell'ottobre del 2019 quando i Carabinieri e le Guardie ambientali del coordinamento provinciale di Milano avevano  fatto irruzione in un allevamento posizionato nel Quartiere Ovest della città dove avevano trovato un centinaio di conigli e capponi (allevati per autoconsumo) custoditi in condizioni pietose, tra feci, parassiti e gabbie sgangherate.  L'intervento delle Forse dell'ordine aveva portato anche al sequestro degli animali che erano stati affidati all'Associazione Centro Stalli  in attesa della sentenza. Che ora è arrivata. Il brugherese, oltre alla multa da mille euro, ha perso la proprietà degli animali che ora potranno essere adottati da chi ne facesse richiesta.

conigli.jpg

 

You have no rights to post comments ##