A Brugherio il covo dei rapinatori di Castillejo

Avevano un covo a Brugherio i due uomini che martedì pomeriggio hanno rapinato il giocatore del Milan Samu Castllejo, facendosi consegnare, dietro minaccia di una pistola, un orologio da 80mila euro

La scoperta è stata fatta dalla Polizia di Stato di Milano che in ventiquattr'ore ha assicurato i due malviventi alla giustizia. Delinquenti fermati dalla Stradale di Arezzo in un'area di servizio della autostrada A1, in provincia di Siena e sottoposti a perquisizione che ha permesso di ritrovare il prezioso orologio trafugato. A quel punto gli inquirenti hanno cercato di ricostruire gli spostamenti dei due uomini e sono risaliti fino a una abitazione di Brugherio considarata il covo dei due.

I due uomini erano entrati in azione martedì pomeriggio in piazzale Principessa Clotilde, a due passi da Corso Como e Brera, dove hanno fermato il calciatore 25enne che stava rientrando a casa in automobile. A quel punto gli hanno puntato la pistola contro, costringendolo a consegnare l'orologio da 80mila euro prima di darsi alla fuga, separati. Una fuga durata una giornata, fino a quando i malviventi sono stati bloccati dalla Stradale

castillejo_samu_milan.jpg

You have no rights to post comments ##